martedì 31 gennaio 2012

Balaustra Prot.GM 01-2012 del Serenissimo Gran Maestro Fr.·. Domenico Vittorio Ripa Montesano.·.



A.·.G.·.D.·.G.·.A.·.D.·.U.·.
Massoneria Universale
GRAN LOGGIA
PHOENIX



degli A.·.L.·.A.·.M.·.


IL SERENISSIMO GRAN MAESTRO

B A L A U S T R A 
 Prot. GM 01-2012

Agli Elett.·.mi FF.·.
Alti Dignitari,
ai Membri della Giunta Esecutiva e
della Gran Loggia,
ai Risp.·. FF.·. MM.·. VV.·.
delle Officine all’Obbedienza
della Gran Loggia Phoenix degli A.·.L.·.A.·.M.·.
ed ai Risp.·. e Car.·.mi FF tutti 
Fratelli Carissimi,
condividiamo con Voi l’Architettonico Progetto “Innovazione nella Tradizione”, che in qualità di Gran Loggia Phoenix degli A.·.L.·.A.·.M.·., ci apprestiamo in Armonia ad attuare.
Le linee guida tracciate in seno all’Elett.·.ma Giunta Esecutiva, hanno donato al Progetto forma e sostanza.
L’intento Fraterno è quello di plasmare un metaforico pōns fra la Tradizione trasmessaci dai Padri Fondatori in un’ininterrotta Catena Iniziatica ed un futuro che fisicamente preme con la sua rutilante e continua innovazione tecnologica.
Facendo tesoro di ciò che quotidianamente custodiamo e tramandiamo, donando operatività ai Rituali di Loggia, nel rispetto di cerimonialità antiche e consuetudini cementatesi nei lustri, guardiamo con idoneo interesse le immense opportunità che la moderna scienza ci porta.
Analizzando le crescenti chances che lo sviluppo ci dona, abbiamo tracciato un Progetto che ci vede fautori della “Innovazione nella Tradizione”. [ Leggi...]
 Fonte: Il Serenissimo Gran Maestro Fr.·. Domenico Vittorio Ripa Montesano.·.

Roma - 25 febbraio 2012 - Seminario: "Le iniziazioni nel mondo antico".

GRANDE ORIENTE D’ITALIA
SERVIZIO BIBLIOTECA

Seminario

LE INIZIAZIONI 
NEL MONDO ANTICO

Bassorilievo dedicato ad una scena di iniziazione eleusina
(ca. 440—430 a.c.— Museo Archeologico Nazionale, Atene)



Il seminario sarà dedicato all’analisi dei vari modelli di iniziazione che hanno caratterizzato la spiritualità ellenistico-romana del mondo antico, dai misteri eleusini a quelli dionisiaci e orfici, fino alla diffusione dei culti orientali a carattere soteriologico (di Iside e Osiride dall’Egitto, di Mithra dalla Persia) nell’ambito della cultura greco-romana, tutti caratterizzati dalla necessità di tenere in vita un legame profondo e sentito fra l’uomo e la divinità, fra l’Uno e il Tutto. La prima traduzione italiana delle opere di Porfirio, Filosofia rivelata dagli oracoli (Bompiani 2011), curata da Giuseppe Girgenti insieme con Giuseppe Muscolino, offrirà un prezioso spunto di riflessione e di approfondimento per una migliore com- prensione della “teosofia” salvifica (in questo caso neoplatonica) che sta alla base del mistero iniziatico.

Conferenza 
di GIUSEPPE GIRGENTI
UniversitàVita-SaluteSanRaffaele,Milano
Interverranno
MARTA CRISTIANI
Università di Roma “Tor Vergata”
MORENO NERI
Saggista
GUSTAVO RAFFI
Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia
Sabato25 
Febbraio 2012
Ore 16:00
Biblioteca di Villa Il Vascello
Via di S. Pancrazio, 8 - Roma

Fonte: GOI

lunedì 30 gennaio 2012

Essere un fratello.

Mahatma Gandhi, 2 ottobre 1869 – 30 gennaio 1948
                        Essere un fratello.
                                          In tutta umiltà mi sforzerò
              di essere buono, amante del vero, onesto e puro;
             di non tenere con me niente di cui non ho bisogno;
               di meritare, con il mio lavoro, il mio salario;
            di stare sempre attento a quel che bevo e mangio;
                           di essere sempre coraggioso;
            di rispettare le altre religioni proprio come la mia,
      e di cercare di veder sempre del bene nel mio prossimo,
                       di seguire fedelmente lo swadeshi
               e di essere un fratello per tutti i miei fratelli.

Fonte: Sor.·. Morena Di Pressa.·.

Socrate di Rossellini: Pruneti " E' il simbolo dell' uomo senza dogmi".


Fonte: GLDI

venerdì 27 gennaio 2012

L’APPELLO DEL MATTINO.

Il sole sorge sul campo di Auschwitz,
Splendente di un bagliore roseo
Stiamo tutti in fila, giovani e vecchi,
Mentre nel cielo scompaiono le stelle.

Ogni mattino stiamo qui per l’appello
Ogni giorno, con la pioggia o con il sole
Sui nostri volti sono dipinti
Dolore, disperazione, tormento.

Forse proprio ora, in queste ore grigie,
A casa mia piange un bambino
Forse mia madre sta pensando a me…
La potrò mai rivedere?

In questo momento è bello sognare ad occhi aperti,
Forse proprio ora il mio innamorato mi pensa
Ma — Dio non voglia — se
Andassero a prendere anche lui?

Come su uno schermo argentato
L’azione continua splendida
Poco lontano arriva qualcuno
In una limousine nuova e brillante.

Scendono con lentezza e con grazia,
Le “Aufseherinnen”  indossano abiti blu.
Ci trasformiamo immediatamente in pilastri di sale,
Numeri, nullità inanimate.

Ci contano con arroganza sprezzante
Loro — la razza più nobile
Sono i tedeschi, la nuova avanguardia
Che conta la marmaglia a strisce, senza volto.

All’improvviso, come per una scossa elettrica, rabbrividiamo
Al pensiero che simile a un razzo ci balena in testa
Costei deve essere anche una moglie o una madre
Una donna… E anche io sono una donna…

La pellicola sensazionale si svolge lentamente
“Achtung!” Sistemare la fila!
Questo è un momento davvero speciale,
Si avvicina il “Lagerkommandant”.

È possibile che il mondo sia tanto pericoloso?
Un fischio e, in un attimo, il silenzio
Fra di noi pronunciamo una preghiera quieta
Ma c’è qualcuno che ci può sentire?

Il sole è di nuovo alto nel cielo,
Brillanti e rosei sono i suoi raggi.
O Dio caro, Ti chiediamo
Arriveranno giorni migliori?

Krystyna Zywulska, settembre 1943 - Auschwitz -

Fonte: Sor.·. Morena Di Pressa.·.

giovedì 26 gennaio 2012

Palermo 27 Gennaio 2012 - Aula Magna della facoltà di Architettura - Mostra/Convegno: ARCHITETTURA E MASSONERIA.

La Mostra rimarrà aperta dal 30/01 al 3/02 dalle ore 10,00 alle ore 13,00 con visite guidate.

Fonte: AISA - Associazione Italiana Studenti di Architettura

lunedì 23 gennaio 2012

Massoneria da sfogliare: "… IN ATTESA".

Massoneria da sfogliare: "… IN ATTESA".

Sono rigorosamente Vietati la Riproduzione, la Traduzione, l'Adattamento, anche parziale e/o per estratti, per qualsiasi uso e con qualsiasi mezzo effettuati, senza la preventiva Autorizzazione scritta dell' Editor del " Notiziario Massonico Italiano" e comunque sempre con l'Obbligo di citare l' Autore e la Fonte.
________________________________________________________________
 
 "SE LA FEDELTA' AI NOSTRI IDEALI CI FA CREDENTI,  E LA SPERANZA CI FA ESSERE CREDIBILI, SOLTANTO LA TOLLERANZA E LA CONCRETEZZA CI FANNO ESSERE CREDUTI."


Nell'Autunno della mia vita, posso dire di aver avuto il piacere e la gioia di assistere a moltissimi eventi, la più parte dei quali è ben scolpita nelle mie personalissime casseforti: cuore, memoria e “pancia”.   Nel mio cuore è custodito tutto ciò che ha suscitato le più profonde emozioni, e nella mia memoria è ben presente la traccia di un vissuto intenso .   Alle emozioni ed alla “memoria storica”, la mia “pancia” aggiunge il contributo delle reazioni istintive allorché urticanti soggetti attuano, o semplicemente enunciano, scempiaggini che al Corpo già malandato della italica Massoneria giovano quanto un sorso di acqua – peraltro di dubitabile potabilità - data per lenire una febbre che pare indomabile.
    In molti mi hanno fatto pervenire il loro personale apprezzamento anche per lo scritto che, pur datato, non ha perso in attualità, chiedendomene anche di altri.  Una richiesta che mi rende onorato e di cui ringrazio, ma che – almeno in parte – disattenderò.
    E ne spiego il motivo.
    In un contesto qual'è oggi quello della Massoneria Italiana, una  volta esaurite le critiche e le raccomandazioni nell'esame obiettivo delle situazioni mi sembra quasi un accanimento proseguire nella sottolineatura dei difetti e nella evidenziazione degli impliciti correttivi.  Una volta indicate le incongruenze, le irregolarità, le irritualità e persino le illiceità; una volta allertati i Lettori, i Fratelli, che il proseguire su questo tipo di strade può avere lo stesso indice di pericolosità che ha lo sporgersi da un balcone senza ringhiera; una volta fatto ciò non posso evitare che taluno continui a sporgersi, precipitando al suolo.
    Le scelte, in quanto tali, appartengono ai singoli e riconducono al loro libero arbitrio: certo, dopo, non potranno dire “non sapevo” o “non credevo” o altro ancora. Ogni decisione, ogni scelta, ogni azione, comporta delle conseguenze e – intrinsecamente – anche delle responsabilità: specie verso se stessi.


Fonte: G.·.M.·.E.·. Fr.·. Giuseppe Bellantonio.·.

Destino.



Fonte: Sor.·. M.D.P.

mercoledì 18 gennaio 2012

(Libertà di Piacenza): La Massoneria a Piacenza premia i ragazzi del Gioia.


Fonte: GOI

Ferdinando Zannetti: lo scienziato patriota che curò Garibaldi.

Sarà presentato venerdì 20 gennaio alle 16.30 nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi (via Cavour 3, primo piano) il nuovo libro di Olinto Dini Ferdinando Zannetti. Scienziato e Patriota nel Risorgimento (pp. 112, euro 12), edito da Polistampa. Nell’occasione sarà possibile visitare la mostra Garibaldi fu ferito, anch’essa dedicata al medico, patriota e massione celebre per aver estratto la pallottola che nel 1862 colpì il piede dell’Eroe dei due mondi. Dopo i saluti di Andrea Barducci, presidente della Provincia e di Eugenio Giani, presidente del Consiglio Comunale, interverranno l’onorevole Riccardo Nencini, il professor Fabio Bertini dell’Università di Firenze, Stefano Bisi, presidente del Grande Oriente d’Italia, Antonio Panti, presidente dell’Ordine dei Medici, e la storica dell’arte Francesca Dini.
La figura di Ferdinando Zannetti (Monte San Savino, 31 marzo 1801 - Firenze, 3 marzo 1881) incarna gli ideali del Risorgimento fiorentino e toscano: come scienziato, manifestò l’impegno per la libertà della cultura, e come patriota volontario nelle guerre d’Indipendenza del 1848 e del 1859 ne diresse gli ospedali di campo in sostegno ai volontari e quindi all’Armata toscana. Vicepresidente del Governo provvisorio del 1849 con Montanelli, Guerrazzi e Mazzoni, fu anche deputato del Consiglio Generale della Toscana, senatore del Regno d’Italia, presidente del Consiglio Superiore di Sanità. Alieno al compromesso, subì in nome delle proprie convinzioni pesanti conseguenze sulla sua carriera di medico e ricercatore. In questo volume Olinto Dini, autore di numerose pubblicazioni di argomento storico, narra la vita di Zannetti sullo sfondo degli eventi che portarono all’indipendenza e all’unità d’Italia, mettendo in luce tratti del personaggio finora tralasciati dalla storiografia, e sottolineandone la coerenza, la generosità, l’impegno concreto e la tensione ideale.
Gherardo Del Lungo

Fonte: GOI, Nove da Firenze

La testimonianza del Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d'Italia, Nedo Fiano, sulla Shoah.

Nedo Fiano è uno dei maggiori e attivi testimoni della Shoah. Ottantasette anni ad aprile, 46 dei quali vissuti da libero muratore, ha perso l'intera famiglia nei campi di concentramento, dove anche lui fu prigioniero ad Auschwitz, deportato da Firenze nel 1944 all'età di 13 anni. La sua matricola di prigioniero era A5405.
Rimasto orfano a 18 anni, e dopo la sua liberazione l'11 aprile 1945 da Buchenwald, dove era stato trasferito dai nazisti in fuga, ha dedicato l'intera vita alla lotta per la libertà, contro la follia nazifascista e ogni totalitarismo. Nel libro 'A 5405. Il coraggio di vivere', ha raccontato la sua esperienza di deportato.
E' Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d'Italia.

Fonte: GOI

martedì 17 gennaio 2012

Lima, Peru - 26 de Enero 2012: “Día del Aprendiz”.




“Año del Bicentenario del Primer Grito Libertario de Don Francisco Antonio de Zela”

DECRETO Nº 129–644–GLP

El Gran Maestro de la Gran Logia de los Antiguos, Libres y Aceptados Masones de la República del Perú, en la fecha ha expedido el Decreto Nº 129–644–GLP cuyo tenor literal es el siguiente:

VICTOR AUGUSTO RAVINES ALFARO
GRAN MAESTRO DE LA GRAN LOGIA DEL PERU

CONSIDERANDO:

Que, mediante el Decreto Nº 225, del 22 de Noviembre de 1976 E.·.V.·., se estableció que el 26 de Enero de cada año, se celebre el “Día del Aprendiz”;
Que, la Gran Logia del Perú, reconoce la importancia de los QQ.·. HH.·. AA.·. en la vida institucional de la Orden, y en tal sentido la Gran Maestría considera necesario instituir un Conversatorio Anual entre el Gran Maestro, los HH.·.AA.·. y sus respectivos VVig.·.;
Que, dentro del marco de la celebración es importante la realización de un Concurso Literario en el que intervengan exclusivamente los HH.·. AA.·. MM.·. creando así un espacio único para ellos, donde enfrenten el desafío de escribir sobre temas masónicos que enriquezcan nuestro acerbo cultural;
Que, la Gran Logia del Perú, incentiva a sus miembros, a realizar las acciones, que propendan a su desarrollo espiritual, mental y físico, para que sean mejores ciudadanos del mundo y ejecutores del Plan Maestro del G.·. A.·. D.·. U.·.;
Estando a las facultades conferidas por la Constitución y Estatuto de la Gran Logia del Perú,

DECRETA:
Art. 1º.- Convóquese a un Conversatorio Anual entre el Gran Maestro, los HH.·. AA.·. y sus respectivos VVig.·.como parte de la celebración del Día del Aprendiz, a realizarse el día Sábado 21 de Enero de 2012 E.·.V.·., a las 11:00 horas, en el Salón “Virtud y Unión” del Templo de “Las Logias Fundadoras – Manuel Prieto Vivar”.
Art. 2º.- Convóquese a un Concurso Literario, exclusivamente para HH.·. Aprendices de las RR.·.LL.·.SS.·. de la jurisdicción, Cuyas Bases y Cronograma forman parte del presente Decreto.
Art. 3º.- Convóquese a la Tenida Solemne de Celebración del “Día del Aprendiz”, a realizarse el día Jueves 26 de Enero de 2012 E.·.V.·., en el Gran Templo de la Fraternidad, sito en la Av. José Gálvez Barrenechea Nº 599, San Isidro, a las 20:00 horas.
Art. 4º.- Desígnese como Logias organizadoras de esta Tenida Solemne de Celebración del “Día del Aprendiz” a las RR.·.LL.·.SS.·. Orden y Libertad Nº 2, Honor y Progreso Nº 5, Dos de Mayo Nº 92 y Jesús García Maldonado Nº 106 del Vall.·. de Lima.
Art. 5º .- El resultado del Concurso se hará conocer mediante Circular de la Gran Logia del Perú el día Viernes 20 del mes de Enero de 2012 E.·.V.·. y la premiación se realizará en la Ten.·. Solemne convocada para el día Jueves 26 de Enero de 2012 E.·.V.·.
Art. 6º.- Conformase el Jurado Calificador de los trabajos presentados por el “Día del Aprendiz”
a) Un Representante de la G.·.L.·.P.·.(Gran Comisión de Cultura) (Quien lo presidirá)
b) Un Representante de la Academia de Docencia y Altos Estudios Masónicos.
c) Un Representante de la V.·.C.·. de VV.·.MM.·.II.·. “Antonio Arenas”.
d) Un Representante del Consejo del Simbolismo del R.·.E.·.A.·. y A.·.
Art. 7º.- Exhórtese a los VV.·. MM.·. para que promuevan en sus Logias, la participación de sus HH.·.AA.·. en el citado concurso, así como la asistencia de sus Segundos Vigilantes y Aprendices a la Tenida Solemne del “Día del Aprendiz”.
Regístrese, comuníquese y dese cuenta.
Dado en el Gabinete del Gran Maestro, en el Vall.·. de Lima, al primer día del mes de Diciembre del año 2011 E.·.V.·., 6011 A.·.V.·.L.·..
Lo que hago de vuestro conocimiento para los fines correspondientes.
V.·.A.·.H.·.
Juan López Machiavello
Gran Secretario
Fonte: GLPeru

Conférences publiques - Grand Orient de France


Mardi 31 janvier 2012 à 20 heures
Conférence publique : Les conséquences de la crise financière : "Zone euro : éclatement ou fédération ?"
Guy ARCIZET, Grand Maître du Grand Orient de France, Christophe HABAS, Garde des Sceaux et du Timbre, les membres du Conseil de l'Ordre, en partenariat avec les Loges « Aletheia » et « Citoyens du Monde » vous invitent à la Conférence publique.
Les conséquences de la crise financière : "Zone euro : éclatement ou fédération ?"
Intervenant :
Michel AGLIETTA, Économiste, Professeur de Sciences économiques à l'Université de Paris-X Nanterre, Conseiller au CEPII
Hôtel du Grand Orient de France - Temple Arthur GROUSSIER - 16, rue Cadet - 75009 PARIS

Vendredi 3 février 2012
Conférence publique « Pour un droit universel à l'aide à l'autonomie» au Mans

LE VENDREDI 3 FÉVRIER 2012 À 20 Heures Salle des SAULNIÈRES - LE MANS
Conférence animée par José GONGORA, Ancien Conseiller de l’Ordre du G.O.D.F. en charge du dossier de la Dépendance, auteur du Livre Blanc, organisateur du Colloque à l’Assemblée Nationale (Salle Jean Jaurès) et coordonnateur du Collectif « Pour un vrai cinquième risque ».La réforme de la prise en charge de la « Dépendance » devait être le grand chantier du quinquennat tant les attentes des politiques, des collectivités, des associations et surtout des personnes en situation étaient souhaitées et légitimes. Pourtant, après de nombreuses rencontres avec divers partenaires au niveau de l’Etat, des régions et des départements, après de nombreuses études et missions parlementaires, après des déclarations officielles laissant présager une solution satisfaisante, le gouvernement repoussait « à plus tard » ses propositions.
Pourquoi ? Le prétexte de la crise financière et économique ne suffit pas. Le financement pose-t-il vraiment problème ? Pourquoi y a-t-il urgence à venir en aide aux personnes en situation ? Leur dignité est –elle respectée ? Alors que ne voulons nous pas ? Et que voulons nous ?

10/11 février 2012
Colloque de la Commission Nationale de Réflexion sur le Développement Durable Date parution : 10/02/2012
4ème Colloque de la Commission Nationale de Réflexion sur le Développement Durable organisé par la Loge La Modeste à Roubaix, avec la participation de la Grande Loge Féminine de France, la Grande Loge Mixte Universelle, la Grande Loge Féminine Memphis Misraïm et la Grande Loge Mixte de France
«Dignité humaine, villes repensées et développement durable»
 ENPJJ : 16 rue du Curoir 59100 ROUBAIX – Accès métro ligne 2, direction CH Dron arrêt Roubaix-Grand Place
 Parking conseillé : Parking Grand Place Centre commercial
Possibilité d’hébergement sur place: Résidence hôtelière de l’ENPJJ

21 février 2012
Conférence publique "Liberté du droit à mourir dans la dignité" à Paris
Organisé par : Guy ARCIZET, Grand Maître du Grand Orient de France, les membres du Conseil de l'Ordre, en partenariat avec la Loge "la Chaîne d'Union Tradition".
Intervenant : Jean Luc Romero, président de l'association ADMD.Mardi 21 février à 20h
Hotel du Grand Orient de France
16 rue Cadet, 75009 Paris
Fonte: GODF

Paris - mercredi 18 janvier 2012: Vœux du Grand Maître de la GLDF à la presse.

Ce mercredi 18 janvier 2012, le Grand Maître de la Grande Loge de France,  Alain-Noël Dubart, présentera ses vœux à la presse dans les salons de la Grande Loge de France à Paris.
À cette occasion, il exposera pour la première fois les conclusions du groupe de travail de la Grande Loge de France « Ethique et Médias ». À travers les conférences publiques animées dans tout le pays et à l’étranger, la Grande Loge poursuit son ouverture au public et à la Presse afin de faire connaître ses engagements et son rôle au cœur de la nation.

Fonte: GADLU

Paris - 17 janvier 2012: Conférence sur l’éthique par Olivier Abel.

Conférence publique le mardi 17 janvier 2012 à 20 heures dans le cadre du cycle « Enjeux et perspectives » sur le thème « Recevoir, donner, prendre et perdre, introduction à l’éthique« , par Olivier Abel, professeur de Philosophie à la Faculté de Théologie Protestante de Paris, au Grand Temple de la Grande Loge de France 8, rue Puteaux, 75017 Paris
Pour en savoir plus sur l’auteur, visitez le Site d’Olivier Abel : http://olivierabel.fr/
Voir également : Nuit de l’Ethique 2010 : leçons de ténèbres et d’espérance par Olivier Abal de l’oratoire du Louvre qui recense les vidéos et quelques uns des textes de ses 28 interventions.

Fonte: GLDF, GADLU

Trieste - 28 gennaio 2012: "Da Trieste un anelito di libertà". Convegno del Grande Oriente per il 150esimo dell'Unità d'Italia.

Nel 2012 il Grande Oriente d'Italia continua a onorare il 150esimo anniversario dell'Unità nazionale in linea con le celebrazioni della Repubblica italiana. Il nuovo appuntamento è il 28 gennaio a Trieste con il talk show "Da Trieste un anelito di libertà tra multiculturalità, multireligiosità e persecuzioni".
Dalle ore 16:00, specialisti e accademici illustri si confronteranno nella Sala Saturnia del Centro Congressi della Stazione Marittima (Molo dei Bersaglieri 3) su temi odierni come multiculturalità e multireligiosità - da sempre alimento della realtà locale – inquadrati anche sul piano storico della regione. Si parlerà della particolare situazione geopolitica, della tragedia delle foibe, dell'esodo istriano e dell'irredentismo triestino con riferimento anche alla Libera Muratoria.
Porteranno contributi: i Gran Maestri Onorari Santi Fedele (Ordinario di Storia Contemporanea nell'Università di Messina) ed Enzio Volli (avvocato e libero docente nell'Università di Trieste), il Grande Ufficiale Claudio Bonvecchio (Ordinario di Filosofia delle Scienze Sociali nell'Università Insubria di Varese), Dino Cofrancesco (Ordinario di Storia della Filosofia Politica nell'Università di Genova), Fulvio Salimbeni (docente di Storia Contemporanea nell'Università di Udine). Valerio Zanone, presidente del Comitato delle celebrazioni del Grande Oriente d'Italia per il 150° dell'Unità nazionale, introdurrà i lavori che saranno moderati dal giornalista Gerardo Picardo. Le conclusioni saranno a cura del Gran Maestro Gustavo Raffi.
Nel corso della serata, l'artista Emanuele Montagna reciterà brani di grandi autori sui temi del convegno.
L'iniziativa è inserita nel programma ufficiale del Comitato Interministeriale per le celebrazioni per il 150esimo indette dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

In mattinata, alle ore 12, il Caffè Tommaseo di Trieste (Riva Tre Novembre, 5) ospiterà la presentazione del libro del Gran Maestro "In nome dell'Uomo". Condurrà lo storico Fulvio Salimbeni. Anche questo incontro è aperto al pubblico. 

 Fonte: GOI

Palermo - 27 gennaio 2012: Convegno e mostra su "Architettura e Massoneria".


Fonte: GOI

giovedì 12 gennaio 2012