martedì 31 dicembre 2013

sabato 28 dicembre 2013

...Buon Natale e Felice Anno Nuovo...



Fonte: Notiziario Massonico Italiano

lunedì 16 dicembre 2013

ANTONIO BINNI ELETTO GRAN MAESTRO DELLA GLDI

Antonio Binni, avvocato civilista di Bologna, succede a Luigi Pruneti, Gran Maestro dell’Obbedienza di Piazza del Gesù Palazzo Vitelleschi dal 2007
_________________________________________________
 
Antonio Binni è stato eletto Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori di Palazzo Vitelleschi. Le elezioni si sono svolte sabato 14 dicembre, a Roma nella sede Nazionale della Gran Loggia d’Italia.
Antonio Binni, avvocato civilista di Bologna, succede a Luigi Pruneti, Gran Maestro dell’Obbedienza di Piazza del Gesù Palazzo Vitelleschi dal 2007.
Insieme al Gran Maestro Antonio Binni, l’Assemblea Nazionale della Gran Loggia d’Italia ha eletto: Prof. Paolo Musto Luogotenente Sovrano Gran Maestro aggiunto vicario, medico torinese; Dott. Vincenzo Romano Gran Maestro aggiunto, di Corigliano Calabro (CS); Dott. Renato Ariano Gran Maestro aggiunto, medico di Imperia; Dott. Maurizio Galafate Orlandi Gran Maestro aggiunto, di Viareggio (Lu); Dott.ssa. Franca Barbetti 1° Gran Sorvegliante, di Udine; Dott.ssa Annalisa Santini 2° Gran Sorvegliante, medico di Siena; Prof. Luigi Pruneti Gran Oratore; Dott. Vittore Morigi Gran Segretario, di Bologna; Dott. Piergiovanni Celetto Gran Tesoriere, di Udine; Avv. Giuseppe Chiappino Gran Cancelliere, di Torino.
Roma, 15 dicembre 2013
Comunicazione a cura dell’Ufficio Stampa della Gran Loggia d’Italia
Obbedienza di Piazza del Gesù Palazzo Vitelleschi
Tel. 06/68805831 fax 06/6879840 Cell. 3394435068
 

 

Fonte: GLDI

venerdì 13 dicembre 2013

Solstizio Federazion​e delle Logge di San Giovanni 2013




Fonte: Solstizio Federazion​e delle Logge di San Giovanni 2013

mercoledì 11 dicembre 2013

Arezzo, 12 dicembre 2013: Mozart, il simbolismo e il flauto magico ad Arezzo con Francesco Attesti.

Nella casa massonica di Arezzo di via Pescioni si terrà giovedì 12 dicembre alle 21.15 una conversazione di Francesco Attesti su Mozart e alcuni aspetti esoterici della sua opera 'Il flauto magico'.
Die Zauberflöte (K 620) fu composto da Wolfgang Amadeus Mozart nel 1791, suo ultimo anno di vita, in collaborazione con Emanuel Schikaneder cantante, impresario teatrale e autore drammatico, non estraneo ai riti della Massoneria.
Il Flauto Magico rappresenta un collage di elementi testuali, scenici e musicali carichi di simbolismo legati al mondo massonico. Opera in due atti, andò in scena per la prima volta al Theater auf der Wieden di Vienna il 30 settembre 1791 e "segue il rito tradizionale dell'illuminismo massonico", come ha sottolineato Böer. È concepita attorno a quell'interesse sui misteri egizi sui quali la Loggia Massonica di Vienna indagava all'epoca e a cui Mozart era legato. Sul contenuto iniziatico del Flauto Magico esiste un'ampia saggistica che analizza i contenuti dell'opera attraverso le tematiche della cultura liberomuratoria, quali morte e rinascita, iniziazione, prova come cammino per giungere all'amore universale.
 
 
Fonte: GOI